archivi

Abruzzo

Questa categoria contiene 6 articoli

L’interpretazione del patrimonio naturale e culturale

SeminarioSEMINARIO INTERNAZIONALE L’INTERPRETAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE (Heritage Interpretation) – per la la conoscenza, la conservazione, la valorizzazione, l’occupazione.

L’Aquila, 20 marzo 2015 – Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Scienze Umane
Aula Magna, Via Nizza 14
a cura di UnivAq, ITC CNR, Federparchi, Fondazione Roffredo Caetani, Istituto Pangea Onlus

Il perché, il cosa, il come e il chi di un programma innovativo per valorizzare il patrimonio d’Italia e promuovere l’occupazione attraverso l’Interpretazione Ambientale.

Una ricchezza senza uguali al mondo. Costituita non solo da boschi o da monumenti, da scogliere e da siti archeologici, da laghi, da musei, da vulcani e da centri storici ma dal fatto che il patrimonio storico e artistico più vasto della Terra e il patrimonio naturalistico più diversificato dEuropa formano un bene unico e indivisibile: un insieme irriproducibile che continua a generare flussi turistici ed economici importanti, anche solo per il grande fascino che esercita sull’immaginario di tutti.

Un patrimonio che è le nostre radici, che rappresenta la nostra identità e che conserva le storie del nostro passato ma che, soprattutto, costituisce un’opportunità straordinaria di costruire, oggi, il nostro futuro. Si tratta di un patrimonio ancora poco valorizzato, che può divenire fonte non solo di cultura e di educazione, ma anche di nuove forme di occupazione e di reddito. La valorizzazione dei beni ambientali e culturali del nostro Paese per accrescere l’occupazione è stata, da sempre, una promessa non mantenuta. Oggi può divenire una realtà, un’opportunità da cogliere, senza esitazioni. Per farlo, però, sono necessarie nuove competenze e capacità, sostenute da motivazione e spirito creativo: tutte caratteristiche tipiche dell’Interpretazione Ambientale che, com’è stato ampiamente dimostrato a livello internazionale, è una moderna risposta professionale a questa esigenza di ricerca, conoscenza, conservazione, valorizzazione e sviluppo.

Questa “disciplina”, infatti, consente non solo di “ritrovare” la propria identità culturale ma anche di far vivere a visitatori e turisti un’esperienza memorabile, di offrire loro servizi di qualità e, al contempo, di comunicare e trasmettere messaggi educativi, riuscendo così a conciliare le esigenze di conservazione con quelle di promozione e sviluppo economico.

Le finalità del Seminario

Far conoscere e diffondere presso l’Università e il mondo della ricerca, dell’Istruzione, del lavoro e degli attori sociali responsabili della gestione e conservazione dei beni ambientali e culturali, l’Interpretazione Ambientale (Heritage Interpretation), quale metodo di ricerca, studio e indagine, moderno strumento di conoscenza e valorizzazione dei beni e per nuove possibilità occupazionali in campo ambientale e culturale.

Gli obiettivi

  • Promuovere lo sviluppo e l’affermazione, attraverso iniziative di qualificazione professionale delle risorse umane, anche a livello universitario, della professione dell’Interprete Ambientale, nelle sue applicazioni in diversi campi: dai servizi al pubblico, alla pianificazione territoriale, alla creazione di sussidi e strumenti di comunicazione.
  • Favorire l’avvio di rapporti di collaborazione e di scambi di esperienze, a livello nazionale e internazionale, con Organizzazioni ed Enti, pubblici e privati, per laccesso a programmi e risorse per la gestione del patrimonio” culturale e naturale e per lo sviluppo dell’occupazione.
  • Promuovere la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio ambientale, storico e culturale dell’Italia, con particolare riferimento alle Aree Protette, a siti della rete UNESCO (MAB-Man and Biosphere e WHS-World Heritage Sites), a realtà territoriali di particolare interesse.
  • Presentare le altre iniziative di UnivAq nel settore quali, tra le altre, una Scuola estiva e un Master internazionale in “Interpretazione del patrimonio naturale e culturale”.

Maggiori dettagli e programma di dettaglio nel depliant allegato: Programma Seminario

MONTAGNE VICINE E LONTANE

Fosco Maraini“MONTAGNE VICINE E LONTANE”

MOSTRA FOTOGRAFICA DI FOSCO MARAINI
Villetta Barrea, Museo della Transumanza
20 gennaio 2013 ore 17.00 chiusura della Mostra
Programma:
Esperienze dalle montagne d’Abruzzo al Tavoliere di Puglia sul Regio Tratturo Pescasseroli-Candela
Interventi:
Cesidio Pandolfi – Ecotur
Danilo Marandola – Coordinamento degli operatori del Regio tratturo
Mariapia Graziani del Museo della Transumanza
La Mostra è articolata in due sezioni:
Pescasseroli – Scuderie di Palazzo Sipari, la sezione italiana e giapponese
Villetta Barrea la sezione del Tibet e dell’Himalaya.
Per informazioni telefonare ai numeri 334 3495164 – 340 3174515

Vedi la locandina: MostraFoscoMaraini

Lamostra è stata inaugurata il 30 dicembre a Pescasseroli, Palazzo Sipari a cura della Fondazione Erminio e Zel Sipari ONLUS, con il seguente Programma:
Saluti istituzionali
Giuseppe Rossi – Commissario straordinario del PNALM
Anna Nanni – Sindaco di Pescasseroli
Massimo Lucà-Dazio – Presidente della Fondazione
Erminio e Zel Sipari ONLUS
Interventi
Presidente del CAI della Garfagnana o suo rappresentante
Conferenza “Educare all’humanitas”
prof. Luigi Miraglia dell’Accademia Vivarium Novum
Sarà presente Dacia Maraini

Incontrarsi per dirsi noi

AZIONE PITTORICA COLLETTIVA di ANNA SECCIA

A Francavilla al Mare inizia un percorso artistico che porterà alla realizzazione di un’opera unica nel suo genere, promosso dal Centro culturale di arti visive “Kaleidos”, da Sfera design ed Eventoinpiù con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune.

Sabato 6 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, negli spazi del MUMI-Museo Michetti, durante l’ottava Giornata del Contemporaneo, promossa da AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), si svolgerà un happening-performance durante il quale un gruppo di persone comuni, composto prevalentemente dai ragazzi dell’Istituto di istruzione superiore “Umberto Pomilio” di Chieti diretto da Anna Maria Giusti, e dai cittadini di Francavilla al Mare, darà vita ad un’opera d’arte collettiva. A guidare questa esperienza pittorica, denominata “Incontrarsi per dirsi noi”, sarà la pittrice pescarese Anna Seccia, in attività sin dagli anni’60, da sempre impegnata nell’ambito dell’arte relazionale. L’evento sarà curato del critico d’arte Massimo Pasqualone.

Continua a leggere

AquilAbruzzo TendAtelier

Una storia senza fine? – AquilAbruzzo TendAtelier

Domenica 1 aprile alle ore 17.30, nella “Sala Tosti” dell’Aurum di Pescara, sarà presentato il post-catalogo con annesso DVD “Una storia senza fine? AquilAbruzzo TendAtelier” relativo all’originale esperienza estetica praticata da una ventina di artisti abruzzesi* e dai terremotati aquilani, ospitati  nella tendopoli Centi-Colella dell’Aquila (dal 25 giugno al 12 luglio 2009).

Nel prezioso volume corredato da un ricco apparato iconografico (a cura di Antonio Gasbarrini e Anna Seccia, Ianieri Edizioni, Pescara, Marzo 2012 per conto della Fondazione Pescarabruzzo) è possibile ripercorrere, attraverso la lettura dei testi (testimonianza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, presentazione di Nicola Mattoscio ed apporti di Antonio Gasbarrini, Rosetta Montuoro Rossini, Anna Seccia e Calcedonio Tropea) e nell’allegato DVD con musiche originali del Maestro Antonio Cericola, i momenti salienti che hanno portato alla realizzazione delle due opere monumentali su tela, di mq. 22 ciascuno,  Soqquadri – L’Aquila ferita e GlobalAquilart 332 . In quest’occasione, e per dar modo  agli intervenuti di apprezzare al meglio la complessa iniziativa tesa a ridare un minimo di tranquillità psicologica ai terremotati aquilani a stretto ridosso del tragico sisma del 6 aprile, le due maxi tele saranno esposte nella Sala Flaiano dello stesso spazio museale.

Continua a leggere

Presentazione catalogo tricolore abruzzese

Presentazione catalogo tricolore abruzzese… per 150° Unità d’Italia Domenica 25 marzo alle ore 17,00 a Pescara, presso l’Auditorium “Tosti” dell’Aurum, sarà presentato al pubblico il catalogo “tre colori una bandiera …e un sacco di artisti” con i lavori degli artisti abruzzesi che hanno partecipato al progetto nazionale per la celebrazione del 150° dell’Unità d’Italia.

L’iniziativa che ha toccato numerose città italiane, da nord a sud, ha visto, solo nella regione Abruzzo, la partecipazione di 30 qualificati artisti: Barbara Agreste, Lino Alviani, Sandro Arduini, Gino Berardi, Colleen Corradi Brannigan, Alfonso Camplone, Alfredo Celli, Rossella Circeo, Dino Colalongo, Giancarlo Costanzo, Nicola Costanzo, Rita D’Emilio, Gianfranco Di Bernardini, Mario di Donato, Sonia Di Michele, Giacomo Giovannelli, Manuelita Iannetti, Cesare Iezzi, Giuseppe Liberati, Giselda Marocchi, Marino Melarangelo, Albino Moro, Concetta Palmitesta, Augusto Pelliccione, Massimina Pesce, Gelsomina Rasetta, Anna Seccia, Stefania Silvidii, Franco Sinisi, Gianfranco Zazzeroni, che hanno rappresentato ognuno su tre riquadri di stoffa, verde bianco e rosso, la propria idea del nostro tricolore.

Continua a leggere

L’uovo della collettività

L’uovo della collettività” di Anna Seccia

Congiuntamente con il programma avviato con il Vittoriale degli Italiani e il comune di Gardone Riviera, la città di Pescara il 17 marzo 2012 si appresta a festeggiare il compleanno di Gabriele D’annunzio, con una prestigiosa manifestazione ricca di proposte e con più soggetti coinvolti.

In questo contesto alle ore 11,30 presso la Sala Michetti dell’Aurum, Luigi Albore Mascia sindaco di Pescara, Giordano Bruno Guerri presidente del Vittoriale degli Italiani, Annarita della Penna direttrice dell’Aurum, Toti Carpentieri critico d’arte, Matilde Tomassini preside del Liceo Artistico Bellisario Misticoni e l’artista Anna Seccia con il coordinamento di Anna Tagliaferri presenteranno alla città l’installazione pittoscultorea “l’uovo della collettività” ideata da Anna Seccia per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Continua a leggere

Post pubblicati

Aggiornamenti Twitter